Pro Loco Fontignano    -    -     ASD Fontignano   

Castello di Fontignano

Il Castello di Fontignano, di cui oggi rimangono parte della cinta muraria e parte delle torri, fu fortificato in età medievale sulla vetta di una dolce e sinuosa collina umbra ai piedi della quale oggi si sviluppa l'intera frazione del Comune di Perugia. Poche sono le notizie del Castello giunte fino ai giorni nostri; sappiamo però che Federico Barbarossa trascorse qui alcuni anni e fece elevare la Chiesa di Santa Maria a pievania e la pose sotto la giurisdizione di Perugia insieme all'Hospitale. Nel 1361 ospitò alcuni congiurati perugini autori di un complotto aristocratico e fuggiti all'arresto; questi molestarono ville e castelli del contado fino a quando Perugia inviò la Compagnia del Cappelletto per frenare la distruzione. Il Castello fu depredato nel 1387 dai Michelotti fuoriusciti da Perugia e da Guglielmo di Carlo Fiumi di Assisi; nel 1388 fu anche incendiato da Bernardino I della Sala, Guido da Siena e Avverando Tedesco. Nel 1402 si accamparono proprio nel Castello di Fontignano truppe fiorentine, papali e di Braccio Fortebraccio da Montone, colui che portò Perugia agli albori e che annesse la Comunità di Fontignano sotto il contado di Porta Santa Susanna con circa 250 abitanti. 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. 

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.