image1 image2 image3

La Storia

Le prime notizie storiche parlano di un borgo abitato citato come Hospitalis Eurigani e Spedale de Fontignano, sorto intorno ad un antico luogo che ospitava viandanti e malati. Nel 1158 l'imperatore Federico I (barbarossa), elevò la locale Chiesa di Santa Maria a pievania e la mise sotto la giurisdizione di Perugia insieme all'ospedale.
Nel 1281 il borgo era classificato come villa, così come nel 1363, quando Marinello di Adriano, nel descrivere il sistema viario del contado perugino, lo nominò villa Hospitalis Fontignani. Solo nel 1380 assunse la denominazione di castrum.
Nel 1361 ospitò alcuni congiurati perugini autori di un complotto aristocratico e sfuggiti all'arresto; questi iniziarono a molestare le ville e i castelli del contado; contro di loro Perugia invità la Compagnida del Cappelletto che assaltà il villaggio il 17 maggio 1363. Il castello fu depredato nel 1387 dai michelotti, fuorisuciti da Perugia e da Guglielmo di Carlo Fiumi di Assisi, e incendiato nel 1388 da Bernardo I della Sala, Guido da Siena e Averardo Tedesco.

Nel 1402 vi si accamparono truppe fiorentine, papali e di Braccio Fortebraccio da Montone mentre, nel 1503, fu la volta di Cesare Borgia che era diretto verso Perugia
La comunità di Fontignano, appartenente al contado di Porta Santa Susanna, contava circa 250 abitanti, saliti a 380 nel 1501.
La struttura dell'ospedale è tutt'ora integra, sebbene in attesa di ristrutturazione e nuova destinazione d'uso. Per quanto riguarda il castello, sopra la collina a 500 metri slm si possono ancora osservare il mastio, parte della cinta muraria e due torri, una a base quadrata, l'altra a base circolare.

Oltre alla sopracitata chiesa di Santa Maria, la storia di racconta dell'esistenza di altre tre chiese: Santa Maria della Cannella, Santa Maria dell'annunziata (dove il Perugino dipinse le sue ultime opere) e San Leonardo, attuale chiesa parrocchiale.
Nel 1854 venne ristrutturata la Chiesa di San Leonardo e fu costruito il campanile seguendo il progetto dell'architetto Giovanni Caproni; la particolare forma architettonica: base a sezione quadrata, parte centrale a sezione ottagonale e parte terminale a sezione circolare, rende il campanile unico nel perugino.

Percorso

Accesso Utenti

Eventi imminenti

No events to display

Partners

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.